Cosa vedere in Friuli Venezia Giulia di epoca romana

I monumenti più importanti di epoca romana.

Dal mare alla montagna passando per le città sono tante le tracce di epoca romana visibili in Friuli Venezia Giulia. Oltre ad Aquileia, storica colonia diventata nel 27 d.C. con la divisione dell’Italia in “regiones” la capitale della Regio X Venetia e Histria, e a Cividale, la cui importanza diventerà centrale dopo la distruzione di Aquileia, è impossibile dimenticare il Teatro Romano di Trieste, ai piedi del colle di San Giusto, in pieno centro città, considerato per secoli perduto e portato alla luce solo nel 1938, o il vicino Arco di Riccardo, sempre nel cuore della città vecchia di Trieste, facente parte probabilmente delle antiche mura fatte costruire da Augusto nel 33 a.C.

Un’interessante testimonianza è rappresentata dalle Terme romane di Monfalcone, riattivate nel Novecento e oggi ancora attualmente in funzione, dove si possono vedere i resti delle mura risalenti all’epoca romana.

In prossimità di Monfalcone, a Ronchi dei Legionari, è possibile trovare i resti di una villa rustica di età romana. Visitandola si possono ammirare i mosaici, restaurati e dotati di copertura. Tante altre tracce di ville o antiche costruzioni sono presenti in Friuli. Percorrendo la via Iulia Augusta verso l’Alto Friuli, non si può dimenticare Zuglio, l’antica Iulium Carnicum, crocevia della strada che collegava Aquileia al Norico.

Tra l’altro è possibile percorrere oggi diversi tratti dell’antica via, sulla quale si possono trovare tracce di iscrizioni, come a Monte Croce Carnico.

Categorie:

Tag: